Stampa

Scuole

Scuola InnovazioneL’innovazione della scuola passa inevitabilmente attraverso un nuovo modo di fare didattica che prevede l’adozione delle tecnologie in classe e fuori e la sperimentazione di collaborazioni interdisciplinari. In questo contesto, è fondamentale che la scuola digitale sia anche connessa in rete in maniera efficiente e con una capacità di banda proporzionata alle esigenze quotidiane di studenti e insegnanti. Le scuole sono una delle realtà maggiormente distribuite sul territorio e, specialmente in alcune aree geografiche, l’assenza di connettività a banda larga rende ancora più forte il digital divide esistente. GARR, la rete nazionale dell’istruzione e della ricerca, promuove la diffusione di collegamenti a banda ultralarga tra gli istituti scolastici al fine di favorire i processi di innovazione digitale nella didattica e il raggiungimento degli obiettivi fissati nell’Agenda Digitale per l’istruzione. Fornire connettività ad alte prestazioni e servizi avanzati vuol dire dotare le scuole di un’autostrada telematica che offre le stesse opportunità tecnologiche a disposizione del mondo della ricerca e dell’università e consente di creare un ponte importante nella filiera formativa tra questi tre settori. Le scuole entrano così all’interno di una comunità ampia e multidisciplinare, che non si limita al livello nazionale ma ha un orizzonte più vasto grazie all’interconnessione della rete GARR con le altre reti della ricerca a livello mondiale e a Internet.

Caratteristiche del collegamento

collegamentiI collegamenti della rete GARR hanno tutti una capacità di banda elevata e simmetrica, ovvero con la stessa velocità in download e upload. Questa caratteristica, a volte poco nota e non presente nell’offerta dei provider commerciali, è di fondamentale importanza per la didattica in quanto permette alla scuola di creare autonomamente contenuti, servizi, applicazioni e non essere semplicemente un fruitore passivo della rete.

Vantaggi

Con la connessione a GARR, la scuola diventa parte di una comunità interdisciplinare che unisce università e ricerca e che vede la rete come elemento indispensabile per favorire le collaborazioni e la condivisione di saperi e competenze, poter arricchire l’esperienza educativa e facilitare i processi di orientamento degli studenti.
Oltre ai benefici di una rete trasparente e di alta qualità, gli utenti possono utilizzare una vasta gamma di servizi a valore aggiunto che spaziano dalla gestione e manutenzione della rete, alla sicurezza informatica, alla gestione dei domini web, all’indirizzamento pubblico, alla gestione delle identità digitali, alla multivideoconferenza, al wi-fi in mobilità.

Una scuola al passo con l’Europa

scuola 2.0La visione di una scuola connessa in rete è condivisa in molti Paesi europei, e in diversi casi le locali reti nazionali della ricerca e dell’istruzione già interconnettono le scuole alle loro dorsali. In alcuni casi, oltre a connettività, le reti della ricerca offrono alle scuole anche servizi applicativi, quali la videoconferenza, strumenti per l’e-learning e l’e-collaboration, l’accesso a biblioteche digitali e a contenuti online. L’esempio più notevole a livello europeo è rappresentato dal Regno Unito, con ben 25.000 scuole collegate. Altri esempi importanti sono la Grecia che, grazie a un progetto cofinanziato da fondi europei per lo sviluppo regionale, dal 2004 collega tutte le scuole e l’Irlanda, il cui primo progetto di broadband per la scuola risale al 2005 e che è oggi impegnata in un importante aggiornamento dell’infrastruttura.

Scuola in reteLe scuole in rete

Negli ultimi anni, è cresciuto l’impegno del GARR, la rete nazionale a banda ultralarga dedicata al mondo dell’istruzione e della ricerca, per offrire connettività ad alte prestazioni anche alle scuole. Ad oggi sono connessi circa 120 istituti e migliaia di studenti e docenti possono ogni giorno sfruttare questa autostrada telematica per giocare un ruolo attivo nella rete creando contenuti e collaborando con le stesse possibilità offerte ai ricercatori di tutto il mondo. Le scuole sono connesse in diverse modalità, applicando gli stessi principi validi per tutti gli enti GARR, vale a dire utilizzo, laddove possibile, della fibra e banda minima di 100Mbps simmetrici per ciascuna sede. In alcuni casi l’accesso delle scuole avviene in sinergia con le reti regionali, metropolitane o di campus già presenti sul territorio in collaborazione con enti locali e università.

GARR-X Progress: un’opportunità per le scuole del Sud

garrxprogressAl Sud, dove spesso è più forte il digital divide, un’opportunità è data dal progetto GARR-X Progress, finanziato dal MIUR nell’ambito del piano di Azione e Coesione, che offre la possibilità agli istituti di istruzione superiore, situati nelle città delle Regioni della Convergenza dove è presente un nodo GARR, di collegarsi alla rete in fibra ottica. Si tratta di una grande occasione per le scuole e di un investimento fondamentale per favorire i processi di innovazione digitale nella didattica.

 

 

Questo sito utilizza i cookie per fornire servizi. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi la nostra Cookies policy.

Accetto cookies da questo sito.