GARR, News, Pubblicazioni, GARRNews

Borsisti day 2022

GARR NEWS 25 è online!

Il nuovo GARR NEWS è online! Scenari inediti per la musica, nuove rotte intercontinentali, sovranità dei dati, formazione, data centre, cybersecurity e tanto altro!

Parliamo di nuove frontiere musicali e lo facciamo raccontando l’esperienza del Conservatorio Santa Cecilia di Roma, che la musica la vive e la sperimenta ogni giorno e del Network Performing Arts Production Workshop, il laboratorio ormai punto di riferimento a livello internazionale, dove arte e tecnologia si intrecciano e si trasformano.

Abbiamo osservato come la rete stia cambiando profondamente il modo di fare musica, aprendo a possibilità impensabili fino a qualche anno fa, da concerti e attività didattiche a distanza in tempo reale, in grado di rispondere a nuove prospettive occupazionali e alle esigenze dettate dalla situazione pandemica.

Proprio per questo sono sempre più i conservatori che si uniscono alla rete GARR e che, solo nel 2021, hanno prodotto 250 Petabyte di dati.

La sperimentazione non si ferma nel settore musicale. All’interno della comunità di utenti GARR è nato un forum informale dove dalle discussioni si passa ad attività concrete, studiate e valutate insieme. Si tratta di GARRLab, una fucina di idee che ha già portato a proposte innovative in ambito europeo, anche grazie alla collaborazione con studenti universitari.

A livello internazionale, seguendo la strategia della Commissione europea, GARR è in prima linea per rendere la rete GÉANT sempre più capillare e veloce in tutta l’Unione ma anche più connessa con il resto del mondo. Ciò attraverso l’apertura di nuove rotte intercontinentali, per ridurre il digital divide, e l’adozione di tecnologie di spectrum sharing sempre più sofisticate.

Non mancano poi le nuove sfide affrontate da GARR per una rete ancora più innovativa e capillare, che porti con sé strumenti di automazione di ultima generazione e che sia in grado di supportare l’Exascale Science.

Ma non c’è solo la rete. In questo numero affrontiamo il tema della Strategia Cloud Italia, della sovranità dei dati e della loro sicurezza e riservatezza. In un'ottica di lungo periodo, è importante considerare anche alternative all'affidamento esclusivo alle Big Tech e contribuire allo sviluppo delle competenze all'interno della comunità nazionale. Come? Favorendo modelli federati basati sulla condivisione di risorse.

Parliamo anche di robot collaborativi (i cobot) e del loro ruolo nel preservare il benessere psicofisico dei lavoratori, come dimostra il progetto MindBot.

Non possono mancare gli aggiornamenti sull’offerta formativa GARR e notizie dal mondo delle scuole con un articolo sui Future Labs dell’IIS Marconi-Mangano di Catania.

E sempre maggior importanza sta avendo la cybersecurity, per la quale abbiamo un articolo sul machine learning come strumento contro il phishing, la VPN come strumento principe per la protezione degli utenti delle reti della ricerca, e una riflessione sulla mobile (in)security.

In ambito europeo, ricordiamo gli aggiornamenti sulla cloud europea (EOSC Task Force) e su Horizon Europe.

Nella rubrica Ieri, Oggi e Domani, infine, ricordiamo Howard Davies, un vero British gentleman che ha fatto la storia delle reti della ricerca.

Il tutto accompagnato da interviste, presentazioni e molto altro.

Buona lettura!

GARR News