Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce.

Ricerca

  • Ricerca e formazione
  • Ricerca
  • Servizi di rete avanzati

GARR, Rete, Ricerca

Servizi di rete avanzati

Monitoring

Nell’ambito della ricerca sui servizi di rete avanzati un posto centrale spetta al monitoring. Oltre ad aver partecipato alla ricerca su questo tema nel corso delle varie fasi di GÉANT, GARR svolge da anni una costante e intensa attività di ricerca e sviluppo in-house. Frutto di questo lavoro sono numerosi servizi che oggi rendono possibile un fine monitoraggio della rete GARR, sia a supporto della sua gestione in tempo reale, sia per poter studiare l’evoluzione dei trend di traffico. Questo studio è fondamentale per l’attività GARR in quanto permette di elaborare modelli predittivi su come evolveranno le esigenze di rete che, insieme ad altri elementi, alimentano a loro volta la ricerca su nuove tecnologie, architetture di rete e servizi e rappresentano il presupposto per la transizione a nuove generazioni di rete.

IpV6

Nell’ambito delle attività di ricerca GARR va annoverato il contributo allo sviluppo e sperimentazione del protocollo IPv6 nell’ambito del pionieristico progetto europeo 6Net Con circa 10 anni di anticipo rispetto all’adozione diffusa della nuova versione del protocollo da parte di operatori e grandi piattaforme tecnologiche, il progetto aveva già nel 2005 realizzato un testbed IPv6 nativo distribuito su 16 Paesi europei con l’obiettivo di:

  • guidare la diffusione del nuovo protocollo e la migrazione dalle preesistenti reti basate su IPv4;
  • sperimentare nuovi servizi e applicazioni;
  • garantire l’interoperabilità di IPv6 con le principali applicazioni legacy.

In relazione a quest’ultimo aspetto, GARR ha svolto un approfondito studio dell’interoperabilità di IPv6 con il middleware di Grid gLite, in seguito estesa anche ad altre famiglie di middleware utilizzato su scala Europea (ARC, Unicore). A tale scopo è stato realizzato un testbed internazionale per Grid su IPv6 esi sono progettate strategie di integrazione tra risorse IPv4 ed IPv6, promuovendo ove possibile un approccio dual stack per i servizi e prodotti utilizzati. Le attività sono state svolte nell’ambito dei progetti internazionali EGEE, EGI ed EU-ChinaGRID, in collaborazione con il gruppo di lavoro HEPiX (gruppo nato per la diffusione di Unix nella comunità della Fisica delle alte energie).

IP/MPLS, QoS, eduroam

Altre attività di R&D includono la sperimentazione su IP/MPLS a partire dai primi anni 2000, in particolare all’interno del progetto MUPBED che ha contribuito al trasferimento di questa tecnologia allora molto innovativa verso gli operatori di telecomunicazione, Quality of Service (in particolare nell’ambito dei progetti Sequin e GÉANT nella fase GN2) e eduroam, il servizio che permette agli utenti in mobilità presso altre organizzazioni di accedere in modo semplice e sicuro alla rete wireless usando le stesse credenziali fornite dalla propria organizzazione. Eduroam è stato realizzato nell’ambito della task force internazionale mobility and network middleware (TF-MNM) e del progetto GÉANT in collaborazione con gruppi di standardizzazione e partner industriali. Partito come attività sperimentale poco più di 10 anni fa, oggi eduroam è un servizio disponibile in migliaia di istituzioni e oltre 70 Paesi.

Standardizzazione

Tra le attività di ricerca e sviluppo va infine sottolineata la partecipazione e il contributo dato allo sviluppo di nuovi standard e definizioni presso l'IETF e altri organismi internazionali, quali ad esempio l'ITU. GARR è stato autore e coautore di molti standard (RFC e specifiche "T") i assumendo la guida di vari gruppi di lavoro e comitati. Recentemente un rappresentante GARR ha ricoperto il ruolo di Coordinatore dell'Application Area Directorate di IETF, supervisionando il lavoro di controllo delle specifiche degli standard IETF dell'area dei Servizi Applicativi che prelude alla loro trasmissione per approvazione.

Approfondimenti e pubblicazioni