Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce.

  • News e Eventi
  • Assegnate le 10 Borse di Studio "Orio Carlini" per il 2018

GARR, News, Formazione, Borse di studio

Borse di Studio "Orio Carlini"

Assegnate le 10 Borse di Studio "Orio Carlini" per il 2018

Sono state assegnate le 10 Borse di Studio “Orio Carlini” messe a concorso lo scorso anno con il bando 01/17 per attività di applicazione di tecnologie innovative per lo sviluppo delle infrastrutture digitali e dei loro servizi in contesti multidisciplinari.

Gli argomenti dei progetti selezionati, rappresentano in piccolo la varietà della comunità degli utenti GARR. Si va dall’ambito di ingegneria e fisica con lo sviluppo di antenne ad onda leaky per comunicazioni al terahertz, agli strumenti per il data mining in campo medico e delle alte energie, da un sistema di monitoraggio cloud per la prevenzione cardiaca in ambito sportivo, a SDN e IPv6 e a piattaforme di microservizi per la network security, dal machine learning applicato ad un Intrusion Detection System, alle reti neurali applicate al controllo qualità in ambito agro-alimentare e ancora alla portabilità su GARR Cloud di un servizio Galaxy on-demand. In ambito umanistico, vi è un progetto per una piattaforma Digital Scholarly Semantic Publisher (DSSP), per la trasformazione di digital scholarly publications in grafi di conoscenza RDF e in ambito artistico vi è uno studio di strumenti per l’apprendimento musicale a distanza.

I borsisti selezionati svolgeranno le loro attività presso enti e istituzioni scientifiche, culturali e accademiche collegate alla rete GARR, nello specifico: l’Università di Roma, La Sapienza, l’Università di Firenze, l’Università Politecnica delle Marche, il Conservatorio di Musica "Giuseppe Verdi" di Milano, l’Università di Roma Tor Vergata, l’Università degli Studi del Sannio, l’Università di Bologna, l’Università degli Studi di Napoli "Federico II", la Fondazione Bruno Kessler di Trento e l’Università degli Studi di Milano.

Questa edizione ha visto una grande partecipazione da parte di studenti e studentesse, segno di un rinnovato interesse nei confronti di questa opportunità di ricerca.