Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce.

  • News e Eventi
  • Sauro Longhi è il nuovo presidente del Consortium GARR

GARR, Per conoscerci, News

Sauro Longhi

Sauro Longhi è il nuovo presidente del Consortium GARR

Sauro Longhi, rettore dell'Università Politecnica delle Marche, è il nuovo presidente del Consortium GARR, eletto all'unanimità il 26 maggio dal Consiglio di Amministrazione.

Al neo eletto le congratulazioni del presidente uscente professor Marco Pacetti e del direttore Enzo Valente e il benvenuto da parte di tutto il GARR.

In occasione della sua nomina il nuovo presidente ha dichiarato:

“Negli ultimi tempi in occasione di presentazioni o discussioni, mi capita spesso di affermare che - il mondo sta diventando sempre più piccolo - sia per la diffusione dei mezzi di trasporto ma soprattutto per lo sviluppo dei sistemi e delle tecnologie digitali, che stanno abbattendo disparità economiche e sociali con una positiva contaminazione tra generazioni e culture diverse.
A questo contribuisce anche l’interscambio scientifico e culturale tra centri di ricerca e università soprattutto grazie all’ampia diffusione delle reti digitali di supporto alla ricerca. Pertanto, quando il Presidente Stefano Paleari mi ha chiesto di entrare nel Consiglio di Amministrazione del GARR come rappresentante della CRUI, ho accettato con entusiasmo e determinazione, convinto dell’importanza che ha e che dovrà avere il Consortium GARR per il potenziamento della ricerca scientifica e più in generale per le azioni di sviluppo del Paese.
Poi, quando il Consiglio di Amministrazione ha voluto propormi come Presidente del GARR ho assunto questo ulteriore impegno con ancora più entusiasmo e determinazione per una conduzione dinamica e aperta del Consortium GARR.
Questo incarico si aggiunge alla Presidenza del cluster nazionale sulle Tecnologie per gli Ambienti di Vita (Italian Cluster for Smart Living Technologies) e alla funzione di Rettore dell’Università Politecnica delle Marche, ma proprio da queste ultime attività penso di attingere idee e ispirazioni per finalizzare il mio impegno nel GARR. La ricerca scientifica e i recenti ambiti tecnologici e applicativi di Smart Living e Smart City devono e possono trovare sviluppo nel potenziamento delle infrastrutture telematiche multi servizio di nuova generazione.

Il Consortium GARR dovrà raccogliere e affrontare le sfide per lo sviluppo del nostro Paese e più in generale dell’Europa, con una più stretta interazione con le Scuole e più in generale con l’Istruzione Pubblica, con i Servizi Sociali e Culturali, con la Ricerca Scientifica, raccogliendo la sfida di Internet of Things per una maggiore e diffusa integrazione tra laboratori e centri di ricerca e di servizi.
Su questa prospettiva intendo ispirare il mio mandato di Presidente."

Curriculum vitae

Il professor Sauro Longhi è nato a Loreto nel 1955, dove risiede con la moglie Antonella e la figlia Michela. Si è laureato nel '79 in Ingegneria Elettronica all'Università di Ancona, dove - dopo aver conseguito la specializzazione in Ingegneria dei Sistemi di Controllo e di Calcolo Automatici all'Università di Roma "La Sapienza" - è stato ricercatore prima, e poi, nel '92, professore associato in Ingegneria e Tecnologie dei Sistemi di Controllo: quindi, dal 2001 è professore ordinario di Automatica. Dal 2011 è direttore del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione. Dal 2010 è presidente del Comitato Tecnico Scientifico del Centro di Supporto per l'Apprendimento delle Lingue (CSAL) con sede presso la Facoltà di Economia.

È stato fondatore e amministratore di diversi spin-off universitari; è presidente dell'Associazione Laureati Facoltà di Ingegneria di Ancona; componente del Senato Accademico dell'Università Politecnica delle Marche e del consiglio scientifico del Centro per l'Innovazione e l'Imprenditorialità di Univpm.
La sua attività di ricerca è documentata da oltre 320 pubblicazioni su riviste internazionali e atti di convegni internazionali. È autore di due brevetti.