Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce.

  • News e Eventi
  • Nominata la rappresentanza italiana per Horizon 2020

GARR, MIUR, Europa, News

Horizon 2020

Nominata la rappresentanza italiana per Horizon 2020

Lo scorso luglio, il MIUR ha presentato la lista dei 14 rappresentanti italiani nel comitato del prossimo programma quadro Horizon 2020, in partenza a breve e che sarà attivo dal 2014 al 2020.

Ecco i 14 esperti nel campo della ricerca e dell’innovazione che rappresenteranno il nostro Paese in Europa nel comitato di Horizon 2020

Figure di altissimo profilo tra i quali i due neorettori Cristina Messa, dell’Università Bicocca di Milano e vicepresidente del CNR e Paola Inverardi, dell’Università de L’Aquila che si occuperanno rispettivamente di “Research Infrastructures” e “Information and Communication Technology”. Per la “Horizontal Configuration” è stato scelto Raffaele Liberali, che ha ricoperto ruoli istituzionali tra cui quelli di direttore della DG “Energia” della Commissione Europea e di capo dipartimento per l’Università, l’AFAM e per la ricerca del MIUR. Una rappresentanza informata e qualificata è, secondo il MIUR, un passo importante per valorizzare al meglio il nostro sistema ricerca in Europa. Nei precedenti Programmi quadro, nonostante l’entusiasmo e l’eccellenza dei nostri ricercatori, l’Italia non ha infatti raccolto quanto avrebbe potuto a livello di finanziamenti europei per la ricerca e l’innovazione.

Secondo il Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Maria Chiara Carrozza, è arrivato il momento di dare una svolta a questo trend: “Horizon 2020 è ormai alle porte – ha dichiarato il Ministro – L’Italia deve porsi un obiettivo ambizioso: riuscire ad ottenere una quota dei finanziamenti almeno pari al contributo finanziario italiano al programma, cosa che purtroppo non è avvenuta nel settimo Programma Quadro. Un obiettivo difficile, ma possibile. Ad alcune condizioni: la presenza continua, proattiva ed informata delle nostre rappresentanze, il sostegno deciso e convinto dell’intero sistema nazionale della ricerca e dell’innovazione (università, imprese, enti di ricerca, regioni) e, naturalmente, quello della politica, in primo luogo del MIUR, che intende mettere sul tavolo di Bruxelles tutto il peso di un paese di grande tradizione scientifica e industriale come l’Italia”. I nostri nuovi Rappresentanti hanno dunque un impegno gravoso di fronte a loro; grazie alle loro competenze ed esperienze saranno capaci di rappresentare il sistema italiano della ricerca fondamentale e industriale per contribuire allo sviluppo dell’ecosistema dell’innovazione italiano” ha concluso il Ministro.

RAPPRESENTANTI ITALIANI NEL COMITATO DEL PROGRAMMA QUADRO DELLA RICERCA EUROPEA 2014-20 HORIZON 2020

  1. Horizontal configuration
    Dr. Raffaele Liberali, MIUR
  2. ERC, Marie Slodowska-Curie Actions, Future and Emerging Technologies (FET)
    Prof.ssa Daniela Corda, Direttore Ist. Biochimica delle Proteine, CNR, Napoli
  3. Research Infrastructures
    Prof.ssa Cristina Messa, Rettore eletto, Univ. Milano Bicocca
  4. Information and Communication Technologies
    Prof.ssa Paola Inverardi, Rettore eletto, Univ. L’Aquila
  5. Nanotechnologies, Advanced materials, Biotechnology, Advanced manufacturing and processing
    Prof.ssa Donata Medaglini, Dipartimento di Biotecnologie, Univ. Siena
  6. Space
    Prof.ssa Amalia Ercoli Finzi, Politecnico Milano
  7. SMEs and Access to Risk Finance
    Prof. Alberto Di Minin, MIUR & Scuola Superiore S. Anna, Pisa
  8. Health, Demographic change and Wellbeing
    Prof.ssa Angela Santoni, Dipartimento di Medicina molecolare, Univ. “La Sapienza”, Roma
  9. European Bioeconomy Challenges: Food Security, Sustainable Agriculture and Forestry, Marine and Maritime and Inland Water Research
    Prof. Fabio Fava, Dip. di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali, Univ. Bologna
  10. Secure, Clean and Efficient Energy
    Prof. Riccardo Basosi, Dipartimento di Chimica, Univ. Siena
  11. Smart, Green and Integrated Transport
    Prof.ssa Angela Di Febbraro, Dip. Ing. meccanica, energetica, gestionale e dei trasporti, Univ. Genova
  12. Climate Action, Resource Efficiency and Raw Materials
    Prof. Carlo Barbante, Direttore Ist. Dinamica dei Processi Ambientali, CNR, Venezia e Univ. “Ca’Foscari”, Venezia
  13. Europe in a changing world – Inclusive, Innovative and Reflective Societies
    Prof. Fulvio Esposito, MIUR
  14. Secure Societies – Protecting freedom and security of Europe and its citizens
    Dr. Maurizio Aiello, Ist. Elettronica e Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni, CNR, Genova