Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce.

  • News e Eventi
  • Open data e open access nelle Performing Arts: convegno a Roma

GARR, News, Eventi, Musica e arte

Open data e open access nelle Performing Arts

Open data e open access nelle Performing Arts: convegno a Roma

Si è svolta a Roma il 6 e 7 giugno il Convegno Internazionale Open Data - Open Access: New Frontiers for Archives and Digital Platforms dedicated to the Performing Arts.

Il convegno, ospitato dal Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo alle Terme, ha focalizzato l'attenzione sui risultati di punta della ricerca e del lavoro interdisciplinare per l’applicazione delle nuove tecnologie nella ideazione di archivi e piattaforme digitali innovative, nella ricostruzione di rappresentazioni storiche o nella creazione degli allestimenti virtuali di spettacoli dal vivo.

L'obiettivo è testare quale importanza abbia la politica di Open Data e Open Access non solo per la conservazione, la salvaguardia, la valorizzazione e la disseminazione del patrimonio culturale “immateriale” in ambito scientifico e museale, ma anche in quello imprenditoriale (Made in Italy) individuando quali possibilità si aprano per la formazione di nuove figure professionali e l'impiego.

Scopo primario di questo convegno è il sostegno delle politiche europee, oggi focalizzate al raggiungimento dell’Open Science nelle università, i cui obiettivi sono stati illustrati nel corso della prima giornata dagli interventi di autorevoli rappresentanti internazionali, quali Eva Mendez, chair OSPP EU.

GARR ha partecipato all’evento con i saluti istituzionali del suo direttore Federico Ruggieri e con l’intervento di Alex Barchiesi che il 7 giugno ha presentato l’esperienza di C-Theatre, ovvero performance artistiche alla velocità della luce grazie ai collegamenti in fibra ottica. Frutto della ricerca e sperimentazione GARR, è stato possibile dar vita a spettacoli in contemporenea tra sedi distanti fra loro grazie alla trasmissione dei segnali audio/video direttamente sulla fibra ottica senza passare per il livello IP: una novità dal punto di vista tecnologico.

Al Workshop, che ha chiuso i lavori del convegno, sono intervenuti imprenditori del Made in Italy, rappresentanti del mondo teatrale (Teatro di Roma) e laureati-stagisti per portare la loro testimonianza nell'ambito lavorativo e professionale dialogando con gli studiosi e gli esperti.

Il convegno è stato organizzato dall'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" in collaborazione con YERUN, MIBACT e GARR, che ha garantito la diretta streaming e la collaborazione tecnica unitamente al Centro di Calcolo di Ateneo.

Maggiori informazioni