QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE PER MIGLIORARE SERVIZI ED ESPERIENZA DEI LETTORI. SE DECIDI DI CONTINUARE LA NAVIGAZIONE CONSIDERIAMO CHE ACCETTI IL LORO USO.

ABBIAMO AGGIORNATO LA PRIVACY POLICY E LA COOKIE POLICY PER RENDERLE PIÙ CHIARE E TRASPARENTI E PER INTRODURRE I NUOVI DIRITTI CHE IL REGOLAMENTO TI GARANTISCE.

  • News e Eventi
  • Einstein Telescope: al via la campagna di misure geofisiche

GARR, News, INFN, INAF, INGV

Einstein Telescope

Einstein Telescope: al via la campagna di misure geofisiche

In Sardegna procedono le misurazioni scientifiche per la caratterizzazione del sito all’interno delle miniere di Sos Enattos, a Lula, candidato ad ospitare l’osservatorio di onde gravitazionali di terza generazione Einstein Telescope (ET).

Il GARR, insieme alla Università di Sassari e alla Regione, è coinvolto per portare connettività al laboratorio Sar-Grav. Il laboratorio funge da infrastruttura di supporto per le attività di caratterizzazione in corso nell’area e il primo obiettivo è quello di collegare il laboratorio alla rete GARR già in questa fase.

Alla rete GARR è già collegato il Sardinia Radio Telescope, uno tra i più grandi e avanzati radiotelescopi europei che sta portando la regione a giocare un ruolo di primo piano nella ricerca astrofisica e spaziale, grazie anche ad un recente accordo con la NASA e sta dimostrando la capacità del territorio di ospitare una grande infrastruttura di ricerca.

Se la candidatura del sito di Sos Enattos avrà successo l’obiettivo è fornire una connessione ad alta velocità al laboratorio e soprattutto tra la Sardegna e la comunità scientifica internazionale e fare in modo che i dati raccolti da ET possano viaggiare in tempo reale verso i più importanti centri di calcolo internazionali.

Alla collaborazione scientifica ET partecipano l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), l’Istituto Italiano di Geofisica e Vulcanologia (INGV), l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e le Università di Sassari e Cagliari.

Maggiori informazioni