Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce.

Presidente GARR

GARR

Sauro Longhi

II Presidente è nominato dal Consiglio di Amministrazione tra i propri componenti ed ha la rappresentanza legale del Consortium GARR. Il Presidente dura in carica tre anni ed è rieleggibile.

Nato a Loreto l’11 Settembre 1955, Sauro Longhi si laurea con Lode in Ingegneria Elettronica presso l’Università degli Studi di Ancona nel 1979.
Dopo aver assolto il servizio militare obbligatorio presso la Scuola Trasmissioni di Roma, ha svolto un’attività di ricerca e progettazione elettronica presso il Laboratorio di Ricerca e Sviluppo della Telettra S.p.A. di Chieti.

Sauro Longhi - Presidente del Consortium GARR Dal 1983 presta servizio presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche e dal 2001 è professore ordinario di Automatica.
Dal Novembre 2013 è Rettore dell’Università Politecnica delle Marche. Scadenza del mandato di rettore: 31 ottobre 2019.
Dall’Aprile 2014 è Presidente nazionale del Cluster Tecnologie per gli Ambienti di Vita. 
Dal Maggio 2014 è Presidente del Consortium GARR (Gruppo per l’Armonizzazione delle Reti di Ricerca).

Altri incarichi

Dal 2011 al 2013 è stato Direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università Politecnica delle Marche.
Dal 2001 al 2013 è stato coordinatore del Dottorato di Ricerca in “Sistemi Artificiali Intelligenti”, poi curriculum in Ingegneria Informatica, Gestionale e dell’Automazione della Scuola di Dottorato in Scienze dell’Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche.
Dal 2005 al 2012 è stato Presidente del Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e dell’Automazione (CUCS) dell’Università Politecnica delle Marche.
Dal 2012 al 2013 è stato Componente del Senato Accademico dell’Università Politecnica delle Marche.
Dal 2012 è componente del consiglio scientifico del Centro per l’Innovazione e l’Imprenditorialità, dell’Università Politecnica delle Marche.
E’ componente dell’ IFAC Technical Committee (TC) on Marine Systems.
Svolge l’attività di Editor per le seguenti riviste internazionali: International Journal of Intelligent Robots, Springer, Editor-at-Large, Control Engineering and Practice, Elsevier, Associate Editor.
Svolge con continuità attività organizzativa e di promozione in qualità di membro dell’International Program Committee (IPC) per molteplici convegni internazionali; ha svolto il ruolo di Chair del International Program Committee (IPC), del convegno internazionale: IFAC Conference on Control Applications in Marine Systems, CAMS 2007, Bol, Croatia, September 2007.

Attività scientifiche e pubblicazioni

L’attività sviluppata è documentata da numerose pubblicazioni su riviste internazionali e atti di convegni internazionali. E’ autore di due brevetti. L’elenco completo delle pubblicazioni è consultabile al seguente indirizzo

L’interesse per lo sviluppo di tematiche di ricerca di tipo metodologico nell’area dell’Automatica è nato con la tesi di laurea e si è consolidato nel successivo Corso di Specializzazione presso l’Università di Roma “La Sapienza”, dove sono state acquisite in modo approfondito molteplici conoscenze particolarmente innovative nelle principali aree metodologiche dell’Automatica. Pertanto la prima parte dell’attività di ricerca è stata prevalentemente teorica e di base, nell’area della teoria dei sistemi e del controllo e focalizzata su risultati di analisi e sintesi di sistemi non lineari e tempo variante.

In seguito, nel nuovo ruolo di professore, anche per gli interessi didattici legati al corso tenuto per titolarità in Ingegneria e Tecnologie dei Sistemi di Controllo, le tematiche di ricerca si sono allargate a comprendere anche significativi aspetti applicativi, e sulla base dei risultati teorici prodotti sono state affrontate tematiche applicative sulla robotica ed il controllo di processo, sino ad estendere gli interessi alla robotica di servizio e assistenza e più in generale alle tecnologie per gli ambienti di vita. Sono state altresì sviluppate interessanti attività anche sulle fonti di energia rinnovabili come la geotermia.

Nell’area delle tecnologie per gli ambienti di vita ed in particolare nelle soluzioni tecnologiche per l’Ambient Assisted Living, ha contribuito alla proposta di Cluster nazionale per le “Tecnologie per gli ambienti di vita” finanziata dal MIUR.
Negli ultimi anni agli interessi di ricerca scientifica si sono affiancati anche interessi di trasferimento tecnologico tanto da proporre lo sviluppo di un progetto nazionale sulle tematiche della domotica (progetto SMILING), così come la creazione di spin-off universitari.