QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE PER MIGLIORARE SERVIZI ED ESPERIENZA DEI LETTORI. SE DECIDI DI CONTINUARE LA NAVIGAZIONE CONSIDERIAMO CHE ACCETTI IL LORO USO.

ABBIAMO AGGIORNATO LA PRIVACY POLICY E LA COOKIE POLICY PER RENDERLE PIÙ CHIARE E TRASPARENTI E PER INTRODURRE I NUOVI DIRITTI CHE IL REGOLAMENTO TI GARANTISCE.

infrastruttura di rete nazionale

GARR, Italia, Rete

Reti regionali e metropolitane

La rete GARR è interconnessa ad altre reti a livello locale, nazionale e internazionale, al fine di facilitare lo scambio di dati tra la comunità della ricerca e dell’istruzione e i suoi vari interlocutori. Oltre a quelli con le reti internazionali della ricerca e dell’istruzione, tra questi collegamenti vanno citati i peering con le principali reti commerciali e con le reti gestite da pubbliche amministrazioni come Regioni e Comuni.

Peering con le Reti Telematiche Regionali di:

In particolare, grazie alle collaborazioni con le reti metropolitane e regionali (i cui primi esempi risalgono già alla fine degli anni ’90 nel quadro del progetto GARR-B Reti Metropolitane) è possibile migliorare l’efficienza e la capillarità nel collegamento degli utenti della comunità della ricerca e dell’istruzione in una determinata area geografica.

Oggi, le collaborazioni con le reti regionali e metropolitane includono:

  • Le reti dell’Università di Bari, Cassino, Catania, Genova, Insubria, Milano, Napoli, Palermo, Pisa, Trento;
  • Lepida, la rete della Regione Emilia-Romagna;
  • Lightnet, la rete dell’università e degli enti di ricerca di Trieste;
  • UniFInet, la rete del Comune e dell’Università di Firenze;
  • Venis, la rete del Comune di Venezia.